Badia: La Crusc

Home // Trekking // Italia // Trentino Alto Adige // Bolzano // Badia: La Crusc

Il Santuario di La Crusc (Santa Croce in italiano, Heiligkreuz in tedesco) si trova a 2045 metri d’altezza ed è una delle mete più apprezzate di tutta l’Alta Badia. Del resto non capita tutti i giorni di poter ammirare una chiesa di queste dimensioni e con questa storia a quote così alte. L’edificio attuale venne consacrato nel lontano 1484 dal vescovo di Bressanone e fu poi ingrandito nel XVII secolo. Tuttora è forte la devozione della gente della valle, che ogni anno a giugno porta avanti la tradizione della processione della statua di Gesù che porta la croce. Sono innumerevoli i sentieri che conducono a La Crusc, che partono dalle varie località della valle: San Leonardo, San Cassiano, La Val… Il santuario è raggiungibile facilmente anche con gli impianti di risalita. Il percorso che vi proponiamo è un anello con partenza e arrivo a San Leonardo (1376 m), frazione di Badia.

Dalla chiesa basta superare il supermercato e seguire la strada in salita che esce dal paese fino a trovare poco più avanti sulla destra dei cartelli indicatori con la nostra destinazione.  Il sentiero sale in maniera costante ma mai troppo faticosa ed è adatto a tutti. La numerazione da seguire è il 7a. Arriviamo alla stazione d’arrivo (1850 m) della prima seggiovia che sale da San Leonardo. Un luogo ricco di attrazioni per le famiglie, con il “Summer Park La Crusc” che farà la gioia dei più piccoli. Un parco giochi dove i bambini non si annoieranno di certo e potranno anche improvvisarsi cercatori d’oro. Da vedere anche gli asinelli, la grotta del drago, il gioco della battaglia delle marmotte e tre maxi sedie perfette per simpatiche foto ricordo. Ci rimettiamo in pista e saliamo nel bosco fino a raggiungere in breve l’arrivo della seconda seggiovia. Ormai La Crusc è davvero vicino, un ultimo sforzo ed ecco apparire il santuario adagiato magnificamente alle pendici del Sas dla Crusc / Sasso di Santa Croce (2907 m), montagna simbolo della Val Badia, che si può ammirare da praticamente dovunque nel fondo valle. Vederla così da vicino mette quasi soggezione oltre che ispirare un senso di stupore e gratitudine per le meraviglie della natura. Una visita al santuario non può mancare, ed è anche presente un rifugio.

Per la discesa torniamo al punto d’arrivo della prima seggiovia e seguiamo ancora il sentiero 7a in leggera discesa verso sinistra. Un tratto davvero fiabesco in un bellissimo bosco, reso ancora più speciale dalla presenza di curiose sculture in legno che rappresentano gli animali della foresta. Si giunge così al Lech dla Lè / Lago da Le (1822 m). Il livello del lago varia a seconda dei periodi, e nelle giornate limpide il profilo delle Dolomiti che si specchiano nell’acqua regala un colpo d’occhio maestoso. Superato il lago proseguiamo ancora per poco sul sentiero 7a fino a incrociare la deviazione col 7b che imbocchiamo in discesa in direzione Badia attraversando un bel bosco. Uscendo dai prati sbuchiamo su una strada asfaltata: giriamo a sinistra e transitiamo dalla località Oies, famosa per essere il luogo natale del Santo Ujöp Freinademetz. Seguiamo il percorso della Via Crucis dedicata proprio al santo, che si sviluppa attraverso bellissimi prati, per far rientro a San Leonardo nei pressi della chiesa.
Dati tecnici del percorso: 670 metri di dislivello, 2 h di salita, 1 h 30 per la discesa, lunghezza 9.6 km
Qui sotto il video con le foto del sentiero, su IGTV invece trovate il videoracconto dell’escursione.

Anteprime

Video

Mappa

Apri su Openstreetmap
Apri su Google Maps

Tracciato GPS

Il tracciato prende il via dalle ultime case di San Leonardo. In occasione della nostra visita il primo tratto del sentiero 7a era chiuso per lavori, quindi abbiamo preso una breve deviazione che transitava dalle case di Alfarei per poi ricongiungersi al sentiero poco più avanti.

Download: badia-san-leonardo-trekking-la-crusc.gpx

Come raggiungere il sito

Dall’autostrada A22 del Brennero prendere l’uscita Bressanone e seguire le indicazioni per Brunico. All’altezza di San Lorenzo di Sebato girare a destra verso la Val Badia. Risalire la strada della valle fino a giungere a Pedraces dove si gira a sinistra seguendo le indicazioni per San Leonardo.

Per informazioni sulla zona: www.santa-croce.it e www.altabadia.org

Da vedere nei dintorni: sono infinite le possibilità di trekking in Val Badia. Un’altra bella escursione è quella che porta al Rifugio Puez


Lascia una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 
Seguici sui social
Facebook  Twitter  Instagram  Youtube