Cortina d’Ampezzo: Lagazuoi

Home // Trekking // Italia // Veneto // Belluno // Cortina d’Ampezzo: Lagazuoi

Un’escursione al Lagazuoi non può assolutamente mancare se ci si trova nella zona di Cortina d’Ampezzo o in Val Badia. Sono molteplici i motivi di interesse, sia dal punto di vista paesaggistico che storico. Attenzione: si tratta di un percorso impegnativo ed esposto, attrezzato con corde fisse in alcuni tratti, percorribile da escursionisti esperti, dotati di attrezzatura da ferrata e luce frontale (fondamentale nelle gallerie).

L’anello che vi proponiamo ha come punto di partenza il Passo Valparola, ma l’escursione può essere effettuata anche partendo dal Passo Falzarego. Lasciamo l’auto nel parcheggio libero nei pressi del Forte Tre Sassi (2183 m) e imbocchiamo il sentiero che parte dall’altro lato della strada, seguendo le indicazioni per il “Sentiero dei Kaiserjäger”. Fin da subito ci rendiamo conto che questa non sarà un’escursione come tutte le altre: allo stupore per la bellezza del luogo in cui ci troviamo si uniscono infatti altre emozioni, legate al ricordo delle vicende che queste zone hanno vissuto all’inizio del XX secolo. Qui si è combattuta la Grande Guerra, con aspri scontri tra le truppe italiane e quelle austro-ungariche. Numerose testimonianze sono presenti lungo il percorso, a partire proprio dal tratto iniziale, in cui si attraversano le trincee austriache. Uscendo dalle trincee si inizia a prendere quota e a salire a zig zag tra le rocce fino a giungere ad un tratto di sentiero attrezzato, da affrontare con l’adeguata attrezzatura da ferrata. Il punto più suggestivo è senz’altro il ponte sospeso a funi metalliche lungo 15 metri che supera un canale profondo. Si prosegue lungo una cengia fino ad arrivare nei pressi di una galleria, che è possibile visitare. Il sentiero prosegue tra le rocce e anche nei punti meno esposti è sempre fondamentale procedere con un passo sicuro e non distrarsi. Poco prima della vetta si trovano altri brevi passaggi attrezzati. In cima (poco più di ore di cammino) ci attendono la croce di vetta del Piccolo Lagazuoi (2778 m) e un panorama maestoso verso le Tofane e il Gruppo di Fanis.

Dalla vetta si scende quindi in dieci minuti su comodissimo e ampio sentiero al Rifugio Lagazuoi, situato all’arrivo della funivia che sale dal Passo Falzarego. Seguiamo le indicazioni “Alla galleria” e scendiamo fino a trovare l’imbocco della galleria scavata dalle truppe dell’esercito italiano nel cuore della montagna, lunga quasi un chilometro. Ci addentriamo quindi nella roccia: fondamentale l’utilizzo di caschetto e luce frontale, ed è utile anche una giacca, meglio se impermeabile vista l’umidità. La discesa della galleria è davvero un’esperienza unica ed è possibile grazie ad alcuni pannelli conoscere la storia dei soldati e della terribile vita al fronte. Usciti dalla galleria si prosegue lungo il sentiero che scende verso il Passo Falzarego. Per tornare al Passo Valparola però bisogna risalire (deviazione che indica il Sentiero dei Kaiserjäger) fino ad incrociare il sentiero fatto all’andata all’altezza delle trincee austriache, da cui si torna al parcheggio.
Dati tecnici sul percorso: lunghezza 7.5 km, dislivello 750 metri. Tempo totale: 5 ore – 5 ore 30
Qui sotto il video con le foto del sentiero, su IGTV invece trovate il videoracconto dell’escursione.

Anteprime

Video

Mappa

Apri su Openstreetmap
Apri su Google Maps

Tracciato GPS

Il tracciato parte dal parcheggio di fianco al Forte Tre Sassi al Passo Valparola e segue per la salita il sentiero attrezzato dei Kaiserjäger, per la discesa la galleria nella roccia.

Download: cortina-d-ampezzo-trekking-lagazuoi.gpx

Come raggiungere il sito

L’escursione parte dal Forte Tre Sassi al Passo Valparola, che si può raggiungere da Cortina d’Ampezzo seguendo le indicazioni per il Passo Falzarego (proseguire pochi minuti dopo quest’ultimo), oppure dalla Val Badia salendo da San Cassiano.

Da vedere nei dintorni: siamo in una delle zone più ricche di itinerari di tutte le Dolomiti. C’è davvero l’imbarazzo della scelta!


Lascia una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 
Seguici sui social
Facebook  Twitter  Instagram  Youtube