Cison di Valmarino: Via dell’Acqua

Home // Trekking // Italia // Veneto // Treviso // Cison di Valmarino: Via dell’Acqua

La Via dell’Acqua è un percorso molto interessante con tanti spunti sia dal punto di vista naturalistico che storico. Ci troviamo a Cison di Valmarino, tra le Prealpi della Marca Trevigiana. I motivi per visitare questo piccolo centro non mancano di certo: il comune fa parte del Club dei “Borghi più belli d’Italia” e conserva un centro storico elegante e ordinato. La zona è famosa anche per le eccellenze enogastronomiche, dal prosecco al radicchio rosso. E poi c’è l’acqua, elemento centrale dello sviluppo del paese, con il torrente Rujo che forniva energia per le attività artigianali. Un passato prossimo la cui memoria è ben viva grazie appunto al percorso della Via dell’Acqua che permette di scoprire mulini, lavatoi, fontane e altre opere idrauliche.
Si parte proprio dalla piazza centrale del paese, costeggiando fin da subito il fiume. La salita è dolce e piacevole tra ponti, cascatelle e il suono del torrente che ci fa compagnia.
Il percorso completo è lungo 2,5 km con un dislivello di 180 metri e un tempo di percorrenza di 1 ora e mezza (sola andata).  Il punto d’arrivo è il “Bosco delle Penne Mozze”, un memoriale nella natura realizzato dagli Alpini, che ricorda i caduti trevigiani nelle guerre.

Anteprime

Mappa

Come raggiungere il sito

Per raggiungere Cison di Valmarino da Treviso bisogna percorrere l’autostrada A27 in direzione Belluno. Prendere l’uscita di Vittorio Veneto Nord e imboccare la sp35 che poi diventa sp635 e sp4 fino a giungere in paese.

Da vedere nei dintorni: da Cison si raggiunge il Passo San Boldo, punto di partenza per escursioni. Cison fa parte della “Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano e Valdobbiadene”.

Lascia una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 
Seguici sui social
Facebook  Twitter  Instagram  Youtube