Novaggio: Sentiero delle Meraviglie

Home // Trekking // Svizzera // Ticino // Novaggio: Sentiero delle Meraviglie

Il Sentiero delle Meraviglie è uno dei sentieri tematici che si possono percorrere in Malcantone, una tranquilla regione che si apre alle spalle del Lago di Lugano, dove piccoli nuclei si alternano ad ampie distese di boschi. Il percorso vuole condurre l’escursionista alla scoperta di tante piccole e grandi meraviglie che testimoniano un passato importante e affascinante. Il sentiero si snoda a quote collinari per un totale di circa 8 km tra tratti pianeggianti e numerosi saliscendi. Il dislivello è di 340 metri e il tempo di percorrenza varia in base a quanto ci si sofferma nelle varie stazioni. Noi ad esempio ci abbiamo impiegato 3 ore e mezza facendo qualche pausa.

Il punto di partenza e di arrivo del sentiero, strutturato ad anello, è Novaggio, dove è presente un ampio parcheggio gratuito. Il percorso transita anche dai comuni di Miglieglia e Aranno. Si segue inizialmente la strada cantonale in direzione di Miglieglia (o in alternativa si può transitare dal paese come abbiamo fatto noi per poi risbucare sulla strada). Poco più avanti ecco apparire i cartelli indicatori del Sentiero delle Meraviglie che ci indicano la direzione da seguire: si scende verso destra lungo “Via Vinera”. La prima stazione che incontriamo è la numero 1 “Muri a secco”, che documenta un tipo di costruzione oramai in disuso. Si scende fino al fiume fino ad arrivare al Mulino di Vinera. Si risale leggermente e poi si scende di nuovo, arrivando a un bivio dove si può fare una piccola deviazione per osservare quello che resta di un filone di ricerca di una vena di quarzo. Altri saliscendi ci conducono ad un’altra deviazione, verso le miniere Baglioni e Franzi, uno dei punti più interessanti del percorso. La prima miniera si trova poco distante dal sentiero scendendo al fiume, quindi tornando sui nostri passi si prosegue a monte fino a trovare la seconda miniera, la cui entrata è magicamente collocata a lato di una suggestiva cascatella.

Tornando sul sentiero principale troviamo una deviazione verso destra che indica il punto 7. Ci incamminiamo quindi su un ripido pendio, dove un tempo si trovavano una serie di terreni terrazzati. Proseguendo ecco apparire i ruderi del Castello di Miglieglia, la cui epoca di costruzione non è certa. Qui è presente anche una piccola area picnic. Girando intorno al castello si segue un piccolo sentiero che ci riporta al bivio precedente. Da qui la strada prosegue ampia fino al Maglio di Aranno, il punto centrale dell’intero percorso, nonché la testimonianza più interessante e meglio conservata delle attività del passato. Si tratta dell’unico maglio a leva attualmente esistente in Svizzera. Il maglio è visitabile da aprile a ottobre (è aperto tutti giorni, lunedì escluso, dalle 10 alle 17). All’interno si trova un piccolo museo che racconta la sua storia. Poco lontano c’è un’altra attrazione da non perdere: una cascata che forma una placida pozza dove si può trovare refrigerio anche nelle torride giornate estive. Vi parleremo più approfonditamente della cascata in un post dedicato.

In questo tratto scompaiono improvvisamente i cartelli bianchi del Sentiero delle Meraviglie: per proseguire sul nostro anello dunque dobbiamo seguire i cartelli gialli che indicano “Novaggio via Molino”. Attraversiamo il fiume e proseguiamo sull’altra sponda transitando dal bosco golenale. Una deviazione permette di raggiungere la Miniera la Monda. Sempre costeggiando il corso d’acqua arriviamo quindi fino ai resti dei mulini (di cui rimangono solo pochi ruderi). Da qui la strada inizia a salire in maniera decisa fino alla località “Sotto Chiesa”, il punto più alto del percorso a 655 metri di quota. Scolliniamo al bivio verso Aranno e continuiamo in direzione Novaggio. Ora si scende fino a raggiungere il Ponte Aranno, sotto il quale si trova una pozza dal color smeraldo. Una piccola sosta è quello che ci vuole prima di una nuova salita che ci riconduce a Novaggio transitando dai resti della fornace.

Anteprime

Video

Mappa

Tracciato GPS

Il tracciato prende il via dal parcheggio di Novaggio, attraversa il paese per poi ricongiungersi alla cantonale (in alternativa si può passare direttamente dalla strada) e poco più avanti imbocca il Sentiero delle Meraviglie (seguire cartelli indicatori bianchi).

Scarica

Come raggiungere il sito

Da Varese raggiungere Lavena Ponte Tresa ed entrare in Svizzera. Superata la dogana proseguire fino alla prima rotonda, dove si gira a sinistra per Novaggio. Dopo aver attraversato i centri di Pura e Curio si arriva a Novaggio, dove si può lasciare l’auto nel grande parcheggio all’ingresso del paese.
Da Lugano seguire le indicazioni per Ponte Tresa. Dopo aver superato Magliaso si gira a destra alla rotonda seguendo le indicazioni per Novaggio, quindi percorso come sopra.

Da vedere nei dintorni: siamo vicini a Miglieglia, meta ideale per scoprire il Monte Lema, a piedi o con la funivia.

Per informazioni sul sentiero: www.luganoregion.com

Per maggiori informazioni a questo link si può scaricare il prospetto del sentiero in PDF, che fornisce molte indicazioni per ogni singola stazione del percorso.

Lascia una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 
Seguici sui social
Facebook  Twitter  Instagram  Youtube